Gli effetti del “no” sul partner maschile

«Amore, stasera non mi va», e mentre queste parole vengono pronunciate il corpo della donna manda segnali inequivocabili: le labbra sfuggono ai baci, le mani bloccano quelle del partner che vorrebbero farsi strada sul suo corpo.
Anche alle coppie più affiatate capita di non avere le stesse intenzioni in fatto di sesso. Ed è normale che chi viene rifiutato ci possa rimanere male. Peccato che nella maggior parte delle volte per l’uomo il rifiuto sia una vera e propria tragedia.

Spesso esternano questo loro disappunto immediatamente: sono offesi, feriti nell’orgoglio, e molti diventano pressanti, insistenti, oppure giocano la carta del senso di colpa. Così, si girano dall’altra parte, si alzano e vanno alla tv. Non si risparmiano nemmeno il giorno dopo, e continuano a fare battutine stizzite o a mantenere un atteggiamento ostile.

Ma perché se una sera non la donna non ha voglia di fare l’amore, lui se la prende così tanto da compromettere la serenità del rapporto? Perchè un rifiuto riesce a creare così tanto disagio in un uomo?

 LE RAGIONI DI LUI

«Ciò che spinge a cercare il sesso in un uomo è sempre una motivazione fisica, è una pulsione. Gli aspetti emotivi non sono predominanti, come invece accade per le donne», ci spiega Monica Morganti, psicoterapeuta e autrice di E tu che uomo sei? Viaggio attraverso gli archetipi della psicologia maschile (Franco Angeli, 15,50 €).

«In parole povere, un uomo ha verso il sesso lo stesso atteggiamento che ha verso cibo o acqua quando ha fame o sete». Un tuo rifiuto, dunque, provoca nel partner una profonda frustrazione, come se tu gli stessi negando un suo diritto.
«L’uomo, in queste situazioni, si sente sminuito perché l’atto sessuale è l’affermazione del suo essere maschio.

È così da sempre. Nella sua psiche, la donna è una sua proprietà, e quindi deve essere sempre disponibile», prosegue l’esperta. «Non è un caso che anche gli uomini più aperti e sensibili fatichino ad accettare l’idea che il sesso è bello solo se si decide insieme di farlo». 

COME FARE

Il primo passo lo deve fare la donna, liberandsoi dai sensi di colpa che il partner con il suo atteggiamento cercherà di addossarle. «Il sesso è una scelta libera», afferma la psicoterapeuta. «Proprio come rispondi sinceramente a una qualsiasi offerta, tipo “Ti va un gelato?”, così devi fare con il rapporto sessuale».

Bisogna far capire all’uomo che il ricatto e il cercare di far sentire la compagna in colpa non funziona. Però, c’è modo e modo di dirgli che proprio non ti va. «Un uomo deve essere rassicurato e tu devi trovare un modo per abbassare il livello della sua frustrazione», consiglia Morganti. «Qualche frase carina aiuta. Tipo: “Ti amo tanto e ti desidero, ma purtroppo oggi sono molto stanca…”.

Magari la compagna per “smorzare” il rifiuto, potrebbe anche aggiungere che probabilmente domani sarà meglio e fare promesse per i giorni a venire di solito funziona.

«Uomini e donne, in fatto di sesso, hanno tempi ed esigenze diversi. Instaura con il tuo lui un dialogo onesto parlando della vostra intimità anche fuori dal letto», dice la psicoterapeuta. «Così avrai l’occasione di fargli capire che alcune volte sei sempre molto stanca, altre invece…».

E I SINGLE CHE FANNO?

Se invece non avete un partner e comunque non volete impelagarvi in relazioni o in appuntamenti faticosi, che non hanno un “epilogo” sicuro, il consiglio che possiamo darvi è di iscrivervi a una community per incontri sessuali senza impegno: nessuno più vi dirà “stasera non mi va”!
NABOTTAEVIA.it è proprio questo: una grande famiglia di utenti che desiderano solo fare del buon sesso! Ogni appuntamento e incontro o anche solo le chat conoscitive sono finalizzate solo ad avere dei sani e soddisfacenti rapporti sessuali! ISCRIVITI OGGI E INIZIA A INCONTRARE NUOVE PERSONE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *