Lubrificanti

I lubrificanti intimi, specializzati nel ridurre l’attrito durante le attività sessuali.

Derivati dai lubrificanti chirurgici utilizzati durante le procedure mediche, sono più comunemente usati sia per massaggi, sia per fornire lubrificazione durante le attività sessuali, in particolare in quei casi in cui la naturale lubrificazione non sia disponibile.
Esistono tre diverse tipologie di lubrificanti intimi, a seconda dell’ingrediente principale.

Lubrificanti a base acquosa

I lubrificanti intimi a base acquosa sono idrosolubili (cioè si sciolgono nell’acqua), sono quelli con meno controindicazioni, hanno però la tendenza a seccarsi durante l’uso. I lubrificanti a base acquosa sono incompatibili con attività sessuali che si svolgano nell’acqua, dato che si dissolvono in acqua.

Lubrificanti a base oleosa

I lubrificanti a base oleosa sono generalmente gelatine. Essendo a base oleosa, non reagiscono a contatto con i fluidi del corpo e non seccano a contatto con l’aria come avviene invece per i prodotti a base acquosa, e questo permette loro di durare a lungo. Tuttavia rispetto ai prodotti a base acquosa hanno un minore effetto lubrificante.
Un altro svantaggio dei prodotti a base oleosa è che sciolgono il lattice. Quindi non possono essere usati con dildo o preservativi di lattice naturale, in quanto i primi verrebbero rovinati e i secondi perderebbero la loro efficacia sia come contraccettivi sia come protezione dalle malattie a trasmissione sessuale. In questa categoria vanno incluse lozioni o cibi a base oleosa (come il burro o l’olio da cucina) che venissero utilizzati come lubrificanti.
Tra i prodotti a base oleosa più diffusi in commercio ci sono la vaselina e l’olio per bambini.

Lubrificanti a base siliconica

Sono i lubrificanti dell’ultima generazione. All’aspetto sembrano lubrificanti acquosi e durano di più, dato che offrono meno attrito e che seccano più lentamente: ne basta quindi una quantità minore, ma a non tutti piacciono al tatto.
Dato che sciolgono il silicone non si dovrebbero usare con la maggior parte dei dildo di qualità perché ne aggrediscono la superficie, anch’essa spesso di silicone; inoltre tali lubrificanti lasciano sui tessuti delle macchie più difficili da lavare rispetto a quelli a base acquosa.

Quale sia meglio usare, dipende molto da COME intendete usarli!
Come detto, da evitare quelli oleosi se usati con preservativi o dildi in silicone, ad esempio.
Il mercato ci offre una vasta gamma di soluzioni e prodotti:

La DUREX ad esempio ha una vasta gamma di prodotti tra cui scegliere: stimolanti, profumati, eccitanti.
Insomma, basta un po’ di fantasia e anche con il lubrificante possiamo inventarci dei giochini niente male!
Ad esempio, regalare massaggi super hot al partner, in cui ci spingiamo a massaggiare anche parti davvero calde.